Instancabile camminatore, Roberto Gorini, bolognese di origine ma sardo d’adozione, è sbarcato a Palermo per la 4a tappa del suo viaggio a piedi con l’obbiettivo di compiere il giro l’Italia (comprese le isole) in soli 100 giorni, a favore di Emergency.

Il 24 Febbraio Gorini è sbarcato al porto con la nave proveniente da Cagliari, accolto dai camminatori della Trasversale Sicula (che a Maggio organizzeranno un convegno, insieme a Club Unesco Palermo, sul tema del cammino lungo l’antica trasversale che da Kamarina porta fino a Motia).

Dopo una tappa al Teatro Massimo, attraverso via Maqueda i camminatori si sono diretti verso Brancaccio attraversando la “porta” di accesso al quartiere costituito dal magnifico Ponte dell’Ammiraglio, dove arabi e normanni, garibaldini e borbonici  per l’occasione si sono stretti la mano come segno di pace (vedi foto). Ma la tappa immancabile è stata il Parco e Castello di Maredolce, accolti con calore dal presidente Mimmo Ortolano. Una intensa visita tra le sale del castello ha portato ad affacciarci sul parco, dove il nostro presidente e l’Ing. Gianluigi Pirrera (esperto di ingegneria naturalistica e sostenitore della Trasversale Sicula) hanno mostrato le unicità ambientali, storiche e paesaggistiche del parco della Fawwara.

Dopo i saluti e gli auguri di buon cammino, il viaggio di Roberto Gorini è continuato, passando da San Ciro verso via Ciaculli con meta della giornata Misilmeri*.

*Per seguire il viaggio di Roberto Gorini, è possibile collegarsi al sito www.camminolibero.it e sulla pagina facebook “Cammino Libero”.